VITTORIA DI GIULIO BORGO -
La quattordicesima edizione del New-Open Internazionale di Scacchi di Lugano, patrocinato dalle AIL di Lugano, ha avuto luogo presso l’Hotel&Residence Villa Sassa che grazie alle sue ampie sale ha permesso di disputare l’importante manifestazione nonostante il momento storico particolare. I giocatori si sono sfidati indossando rigorosamente la mascherina. La manifestazione è stata vinta dal maestro internazionale italiano (pure capo allenatore della nazionale italiana di scacchi) Giulio Borgo. Il maestro si è issato sul gradino più alto del podio con punti 4.5 su 5 e ha relegato ai posti d’onore i ticinesi Vladimiro Paleologu, p. 4, e il maestro Fide Fabrizio Patuzzo, p. 3,5. Pure a punti 3,5 hanno concluso lo juniores italiano Leonardo Bolognese, quarto, e il connazionale maestro Fide Valerio Luciani, quinto. L’ungherese Pal Suranyi, sesto, è stato il migliore dei giocatori giunti a p. 3. In occasione della cerimonia di premiazione condotta dall’organizzatore David Camponovo sono anche stati premiati Davide Massironi, 8., primo dei ticinesi fuori dai premi principali, p. 2,5 come Tiziano Cavadini, 10., primo tra i giocatori con meno di 1700 punti Elo nonché Francesco Raimondi, primo nella categoria juniores. Parole di encomio sono poi state indirizzate a Ireneo Ghisla, 9 anni, 15. assoluto con p. 1,5, al suo primo esordio in un impegnativo torneo internazionale.
La manifestazione è da sempre gemellata con l’associazione non fumatori e da sempre gli organizzatori promuovono il gioco degli scacchi per tutte le età, maggiori info su: scaccomatto.ch.

« GUARDA LE FOTO DEL TORNEO »

« LA CLASSIFICA FINALE »

Nella foto gli organizzatori: David Camponovo e Sergio Cavadini con i premiati.

PremiazioneOL 2020

13.10.20 la regione open lugano15.10.20 la regione open lugano

 

Domenica 27 settembre si è svolta la prima tappa del V Grand Prix scacchistico U16 della Svizzera Italiana. Il torneo giocato presso l’accogliente Ristorante Pizzeria Al Bagutt a Molino Nuovo ha dato la possibilità a giocatori under 16 di confrontarsi in un torneo. Il torneo è stato vinto da David Milutinovic (Lugano). Il secondo posto si è aggiudicato Arturo Stoll (Locarno). Il terzo posto nella classifica va a Ireneo Ghisla (Bellinzona). Il premio del 1. Primo elementare si è aggiudicato Lucrezia Ghisla (Bellinzona), mentre il vincitore del primo d’asilo va a Daniele Camponovo (Lugano).

Annotiamo che il Grand Prix è sostenuto dalle AIL di Lugano e gemellato con l’Associazione Svizzera Non Fumatori, che per l'occasione ha distribuito dei posaceneri per sensibilizzare i presenti a non gettare i mozziconi di sigarette.

Prossima tappa Grand Prix è invece fissata per sabato 10 ottobre all'interno dell’Open Lugano (dal 09. -11.10.2020) presso l’Hotel Villa Sassa. A seguire il XX Memorial Barbero al Snack Bar Talete a Lamone sabato 17 ottobre.

Foto e altre info su: www.scaccomatto.ch.

Foto sopra da sinistra: David Camponovo (organizzatore), Silverio Demarchi, il gerente Marian Alin Lup, gli arbitri Marco Piona e Dragan Budakovic, e i giovani giocatori premiati.

 

Torneo Bagutt 02

La gran maestra femminile Elena Sedina, da oltre vent’anni scacchiera di riferimento nella squadra di A/B del Circolo Scacchistico Mendrisio, dallo scorso 6 dicembre è pure la nuova campionessa italiana di scacchi. L’italo-elvetica Elena, originaria di Kiev, dopo essere diventata campionessa svizzera a luglio (Leukerbad) ha quindi conseguito anche il massimo titolo italiano di categoria a Padova pattando la partita finale contro la gran maestra femminile Olga Zimina, campionessa 2017. Elena Sedina, passata in testa al torneo a partire dal terzo turno, si è classificata prima in solitaria -p. 5 su 7- relegando ai posti d’onore la wfm Alessia Santeramo e la wim Tea Gueci.  

 III Trofeo scacchistico juniores EspoVerbano

 A LOCARNO VINCE IRENEO GHISLA

La terza edizione del Torneo giovanile giocato a Locarno, presso il Fevi, nell’ambito di EspoVerbano, ha visto la partecipazione complessiva di una ventina di minigiocatori. Il torneo, ultima tappa del Grand Prix U16 valido per quest’anno, ha visto prevalere

al primo posto, con 4.5 pt. Ireneo Ghisla, al secondo posto David Milutinovic, pure con 4.5 pt., sul gradino più basso del podio è salito Leonardo Ballabeni con 4 pt.

Tornando alla premiazione, le originali coppe messe in palio da Seristudigadget, di Bioggio, sono state assegnate ai primi tre e al miglior allievo di scuola elementare, Matteo Ambrosone. Il premio per il primo delle scuole d’infanzia va a Vladimiro Ghisla.

Il torneo ha potuto essere organizzato grazie anche al sostegno del bimensile del tempo libero Ticino by Night&Day, la Farmacia Caroni di Tenero e il gemellaggio con l’Associazione Non Fumatori.

«GUARDA LA CLASSIFICA FINALE»

I grandi maestri di scacchi della storia e le loro frasi famose

  • Aaron Nimzowitsch

    Aaron Nimzowitsch

    “Cercate di acquisire a poco a poco la comprensione dei più importanti motivi posizionali, di strategia! E chi fra voi non gradisce le combinazioni, cerchi di amarle, di studiarle, fino a quando una miscela di gioco combinativo e posizionale vi regalerà successi, gioie ed emozioni di cui abbondano gli scacchi.”

  • Al Horowitz

    Al Horowitz

    “Una mossa cattiva può rovinarne quaranta ben giocate”

  • Aleksandr Alekhin

    Aleksandr Alekhin

    “Grazie agli scacchi ho temprato il mio carattere, perché questo gioco ci insegna ad essere obiettivi. Non si può diventare un Grande Maestro se non si impara a conoscere i propri errori ed i propri punti deboli, così come nella vita.”

  • Aleksej Dmitrievič Širov

    Aleksej Dmitrievič Širov

    “Il fatto che un incontro di scacchi che dura 7 ore ci permetta di giocare una grande, profonda partita non importa per nulla ai mass media.”

  • Alex Yermolinsky

    Alex Yermolinsky

    “Quelli come Karpov e Kasparov sono bravi giocatori, non fraintendetemi, ma quanto bravi sarebbero senza i loro allenatori, aiutanti, amministratori, cuochi, manager e guardie del corpo? Non lo sapremo mai!”

  • Alexander Cockburn

    Alexander Cockburn

    ”Il gioco degli scacchi è la pantomima di una storia di famiglia e del dramma di Edipo.”

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11