Le Aquile di Lugano, guidate da un ventennio dal capitano David Camponovo, hanno bloccato sul pari gli avversari della squadra confederata del Bern_oni. Il risultato, conseguito domenica 14 ottobre u.s. a Cortivallo (Sorengo), presso l’omonimo ristorante, è stato sufficiente per proiettare i ticinesi nei quarti di finale della Team Cup, la coppa svizzera a squadre ad eliminazione diretta. Grazie alla vittoria del GM Boris Chatalbashev, in prima scacchiera, e alle preziose patte di Massimo Maffioli e Alessandro Jones le Aquile, che ora risultano essere tra le migliori otto squadre svizzere di coppa, si giocheranno domenica 11 novembre l’accesso alle ambite semifinali. L’incontro disputato a Cortivallo è stato sostenuto in particolare dalla pregiata ditta Colortime.

aquile 10 2018

aquile 10 2018 1aquile 10 2018 2

Le Aquile di Lugano, alla loro ventesima partecipazione alla coppa svizzera di scacchi a squadre ha ottenuto per la prima volta l’ambito accesso alle semifinali, che si terranno domenica 09.12.2018 in una località ancora da definire. Annotiamo che le Aquile sono da sempre sostenute dalle AIL e sono gemellate con l’Associazione Non Fumatori Svizzera. Il quarto di finale è stato risolto grazie alla vittoria riportata dal capitano David Camponovo che era opposto al capitano del Réti Young Guns di Zurigo. La sfida tra capitani alla fine ha deciso un match molto equilibrato. Camponovo si è ampiamente riscattato dopo alcune prestazioni non propriamente brillanti. Ha vinto sacrificando dei pedoni e tenendo, se pur giocando con il nero, l’iniziativa per tutta la partita. Hanno difeso i colori delle Aquile di Lugano anche il Grande Maestro bulgaro Boris Chatlbashey, Massimo Maffioli e Davide Saesseli che hanno tutti pareggiato la loro partita. Ricordiamo che il circolo scacchistico di Lugano si ritrova tutti i giorni presso l’Hotel Pestalozzi a Lugano mentre il circolo di Massagno ogni 15 giorni presso il ristorante Centro a Massagno.

aquile 10 2018

articolo CdT scacchi aquile

e Aquile di Lugano, per la quattordicesima volta, sono l’unica compagine ticinese impegnata nella Coppa Svizzera per squadre denominata Team Cup. Le Aquile dopo essere state esentate dal primo turno, hanno avuto il loro esordio domenica 29 luglio, nella periferia di Lucerna, liquidando in modo convincente per 4 a 0 la formazione dello Schötz.

I luganesi  Vladimiro Paleologu, David Camponovo (capitano per la quindicesima volta: 1 Ruspanti di Comano e 14 appunto per le Aquile!), Simone Bianchi e il biaschese  Dario Cittadini, hanno tutti vinto il loro rispettivo incontro. Più arduo sarà il prossimo turno, sempre in trasferta, che vedrà opposte le Aquile alla temibile compagine dello Zurigo denominata Schlauer Bauer. Gli stessi avevano già estromesso i ticinesi allo stadio degli ottavi di finale, stagione 2010-11.

Le Aquile Lugano sono sostenute da AIL.

aquile

Le Aquile di Lugano, per la quattordicesima volta, sono l’unica compagine ticinese impegnata nella Coppa Svizzera per squadre denominata Team Cup; si sono imposte contro pronostico in Argovia, contro la compagine Schlauer Bauer (tradotto il “Pedone furbo”). Anche contro gli argoviesi, giustizieri due anni fa dei luganesi, le Aquile accedono ai quarti di finale senza neppure una sconfitta sulla singola scacchiera!

Il giovane Gabriele Botta, nono ai Campionati del mondo universitari (World University Championship) è stato il protagonista vincendo contro il quotato Roger Gloor (fresco della prima norma di maestro internazionale) in prima scacchiera. I tre colleghi, il momo Nordal Cavadini, il luganese David Camponovo e il simpatico cuoco, già protagonista di Piatto Forte in onda sulla TSI, Simone Bianchi sono riusciti, infatti, ha imporre la patta ai loro rispettivi avversari. Il giovane di Gorduno, nei quadri allargati della nazionale svizzera, è in grande spolvero e con lui si cercherà nel mese di ottobre di accedere in semifinale. Più arduo sarà il prossimo turno, sempre in trasferta, che vedrà opposte le Aquile alla temibile compagine dello Zurigo denominata Schlauer Bauer. Gli stessi avevano già estromesso i ticinesi allo stadio degli ottavi di finale, stagione 2010-11.

Le Aquile Lugano sono sostenute da AIL.

Gabriele Botta Simone Bianchi David Camponovo Nordal Cavadini

I grandi maestri di scacchi della storia e le loro frasi famose

  • Aaron Nimzowitsch

    Aaron Nimzowitsch

    “Cercate di acquisire a poco a poco la comprensione dei più importanti motivi posizionali, di strategia! E chi fra voi non gradisce le combinazioni, cerchi di amarle, di studiarle, fino a quando una miscela di gioco combinativo e posizionale vi regalerà successi, gioie ed emozioni di cui abbondano gli scacchi.”

  • Al Horowitz

    Al Horowitz

    “Una mossa cattiva può rovinarne quaranta ben giocate”

  • Aleksandr Alekhin

    Aleksandr Alekhin

    “Grazie agli scacchi ho temprato il mio carattere, perché questo gioco ci insegna ad essere obiettivi. Non si può diventare un Grande Maestro se non si impara a conoscere i propri errori ed i propri punti deboli, così come nella vita.”

  • Aleksej Dmitrievič Širov

    Aleksej Dmitrievič Širov

    “Il fatto che un incontro di scacchi che dura 7 ore ci permetta di giocare una grande, profonda partita non importa per nulla ai mass media.”

  • Alex Yermolinsky

    Alex Yermolinsky

    “Quelli come Karpov e Kasparov sono bravi giocatori, non fraintendetemi, ma quanto bravi sarebbero senza i loro allenatori, aiutanti, amministratori, cuochi, manager e guardie del corpo? Non lo sapremo mai!”

  • Alexander Cockburn

    Alexander Cockburn

    ”Il gioco degli scacchi è la pantomima di una storia di famiglia e del dramma di Edipo.”

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11